Il CO.DI è una associazione di volontariato che si propone di mettere in comunicazione tra loro, coordinandoli, tutti i soggetti portatori di handicaps della zona per migliorare la qualità della vita a tutti i livelli, per quanto è possibile. Essa non persegue fini di lucro ed è operante dal 16 febbraio 1990 in Barcellona e dintorni, offrendo i suoi servizi ai disabili da Patti a Villafranca Tirrena. Il CO.DI. dispone dei locali affittati dal Comune siti in via San Vito 67 e, col suo perseverante e coraggioso impegno sul territorio, è riuscito, facendosi portavoce dei problemi dei disabili con gli enti pubblici, a raggiungere gli scopi che originariamente si era prefissato. Finalmente per tante persone portatrici di gravi handicaps, condannate altrimenti a stare in casa per tutta la vita, perché scoraggiate ad affrontare le numerose barriere architettoniche e mentali dell'ambiente, si sono spalancate le porte di accesso nel mondo. Infatti essi, grazie alla disponibilità di due pulmini automatici modificati per le sedie a rotelle ed all'impegno dei volontari non disabili, riescono a raggiungere il Centro dove possono godere di un pò di serenità stando in compagnia e creandosi nuove amicizie, guardando la televisione o giocando, dedicandosi ad attività di laboratorio grafico-espressive (pirografia e sbalzo su lamierino) o manuali (uncinetto e similari) ed organizzando cene, ecc... Inoltre hanno la possibilità di andare in giro per le vie della città a fare shopping, andando al cinema, al teatro, ai concerti, in pizzeria e al mare. Si sono aperti per loro orizzonti nuovi, dovuti, direi. Oggi tutto questo si è realizzato grazie all'abbattimento delle 'barriere architettoniche', una grande battaglia combattuta dal CO.DI. che comincia a dare frutti grazie anche alla collaborazione del Comune che, con il tempo, si è intensificata e migliorata. Infatti, in seguito alle richieste insistenti del CO.DI., sono stati creati scivoli che permettono alle carrozzine di salire e scendere dai marciapiedi e numerosi parcheggi per invalidi. Adesso ai disabili in carrozzina è consentito entrare persino nel campo sportivo ed accedere a tutti i piani del palazzo comunale di Barcellona per la presenza di un grande ascensore. Alcuni telefoni sono stati abbassati per permettere anche a chi sta in sedia a rotelle di telefonare, mentre le banche si stanno adeguando. Anche i disabili hanno diritto di andare in vacanza e per loro questo sogno si è avverato; infatti in questi anni grazie al CO.DI. sono stati a Malta, in Trentino, in Puglia, in Campania, in Spagna. Il CO.DI. oggi, oltre che intervenire per la tutela dei diritti e della dignità dei portatori di handicaps e per la concreta eliminazione delle cause di discriminazione e di ostacolo per gli stessi, è in grado di fornire informazioni, consigli e consulenza sulle soluzioni di adattamento dell'ambiente di vita e sulla scelta degli ausili tecnici o di strumenti informatici per la riabilitazione neuropsicologica, per l'apprendimento e la didattica; nonché sulle soluzioni integrate per l'inserimento nelle scuole e nel lavoro. L'Associazione, inoltre, mette a disposizione gratuitamente di chi ne ha effettivamente bisogno, sedie a rotelle, stampelle, girelli ed altri ausili, in attesa che vengano espletate le pratiche dell'ASL da parte degli interessati. Il Centro, ancora, rivolge particolare attenzione ai ragazzi di età scolare con problemi e, conseguentemente, al gruppo di genitori che cerca di formare, informandoli e coordinandone le direttive comuni. Sicuramente la presenza del CO.DI. nel nostro territorio e la sua perseveranza hanno contribuito a sensibilizzare non solo le istituzioni locali ma anche la gente comune, ed a far maturare nei disabili la consapevolezza di essere parte integrante della società.


Visitatori

Oggi: 1

Ieri: 0

Questa Settimana: 20

Questo Mese: 79

Totali: 2765


Pubblicità